Note per la semina e la coltivazione

È buona regola mettere a bagno sempre i semi in acqua prima della semina o stratificazione (1-2 gg per i semi piccoli e 3-4 gg per semi grossi). Stratificazione o semina? La scelta dipende spesso dall’organizzazione aziendale e dai mezzi disponibili. La stratificazione è più controllabile soprattutto quando i tempi sono molto lunghi e la semina si fa in pieno campo. Se si lavora in seminiere e contenitori si può seminare direttamente. Per dare alcune indicazioni su ogni tipo di seme abbiamo utilizzato i seguenti simboli:

EST: stratificazione o semina in VI-IX
Semi che hanno bisogno di un periodo di caldo seguito da freddo per poter germinare
AUT: stratificazione o semina in X-XII
INV: stratificazione o semina in I-II
DIR: sementi che non presentano fenomeni di dormienza e non necessitano di particolari trattamenti
DOR:

semi che hanno meccanismi di dormienza molto complicati e necessitano di lunghi tempi di stratificazione (oltre 12 mesi) per germinare. Una stratificazione all’aperto, tenendo sotto controllo l’umidità permette al seme di sentire gli sbalzi caldo-freddo ed innesca il meccanismo di germinazione.

LEG:

semi provvisti di tegumenti molto duri ed impermeabili, in maggioranza leguminose, che impediscono la penetrazione dell’acqua e l’inizio della fase germinativa. Per superare questo problema occorre “scarificarli”. La scarificazione puo’ essere eseguita meccanicamente sfregando il seme con carta vetrata o altro abrasivo oppure immergendo il seme in acqua molto calda. Far bollire un volume d’acqua pari a 4-5 volte il volume del seme,spegnere, aggiungere il seme e subito dopo acqua fredda, lasciare a bagno fino a rigonfiamento (4-8 ore) quindi seminare immediatamente.

PALME:

semi che hanno bisogno di temperature elevate (20-25 c°) umidità costante, terriccio ben drenato. La germinazione è scalare e spesso necessita di lunghi tempi (2-6 mesi).